Camera dei Deputati - Sala delle Colonne - PROIEZIONE FILM "SCOSSA"

INIZIATIVE
Data: 26/09/2014 11:00

Luogo: Camera dei Deputati  |  Città: Roma, Italia

Il 26 settembre alle 11.00 nella “Sala delle Colonne”: proiezione episodio di Ugo Gregoretti del film Scossa, che racconta il tremendo terremoto del 1908 e successivo maremoto, che devastarono, e in gran parte distrussero, Messina e Reggio Calabria.

Al termine, dibattito con il regista Ugo Gregoretti, l'attore protagonista Paolo Briguglia e il Presidente  dell’Ingv., Stefano Gresta. Modera il giornalista e critico cinematografico, Enrico Magrelli.


Evento ad invito.


In chiusura, esibizione orchestra degli allievi del Conservatorio di Santa Cecilia di Roma "VIBRAZIONI DAL PROFONDO". 

 

I percussionisti di S.Cecilia VIBRAZIONI DAL PROFONDO

Pietro Pompei docente corso preaccademico

Tiziano Capponi studente

Matteo Rossi studente

Francesco Conforti studente

Giuseppe Guzzetta studente


Programma:

James Tenney “Hocket” 4’ per 4 grancasse

H.G:Brodmann Greeting to Hermann 6’ per 7 strumenti a membrana

J.Luther Adams “Winter music” 10’ per membrane gravi


Note al programma: Nella seconda metà degli anni ’60, negli USA, in corrispondenza anche di una forte tendenza nelle arti figurative, si andò affermando una tecnica compositiva in musica che si basava sulla ripetizione lentamente e gradatamente microvariata di “minime” cellule ritmico-melodiche. I compositori piu’ rappresentativi sono proprio quelli presentati in questo programma, Terry Riley, Steve Reich e Philip Glass che ancora oggi, dopo alcuni decenni e dopo aver maturato, evoluto e ampliato il proprio linguaggio artistico, sono dei punti di riferimento per tanta musica di oggi dall’ambient alla techno music. Ad essi abbiamo aggiunto Frederic Rzewsky che, di poco più giovane, ha aderito come tanti altri compositori statunitensi a quelle impostazioni costruttive. I brani, tre per organico libero e due specificatamente per percussioni, vogliono essere particolarmente esplicativi di quelle atmosfere e di quei tempi di vera sperimentazione.


L'evento rientra nell'ambito delle manifestazioni organizzate dall'Ingv per la "notte europea dei ricercatori".


A cento anni dalla scomparsa di Giuseppe Mercalli, scienziato conosciuto in tutto il mondo per aver legato il suo nome alla ‘scala’ d’intensità con cui è possibile classificare gli effetti dei terremoti, un percorso di documenti, foto, appunti manoscritti, strumenti antichi e oggetti di varia natura collegati alla figura dello scienziato, corredati dalla proiezione di filmati.Nell’immaginario collettivo il nome “Mercalli” evoca immediatamente la misura delle distruzioni e della perdita di vite umane causate da un terremoto. Sappiamo bene che l’unico vero modo per difendersi dai terremoti è la prevenzione: cioè il costruire o restaurare edifici capaci di resistere alle sollecitazioni prodotte dagli eventi sismici. Il mondo della scienza e della ricerca, in particolare l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), hanno prodotto strumenti che consentono di comprendere con quale forza un terremoto potrà interessare una determinata parte del nostro Paese, così da poter adeguare le strutture presenti e realizzarne di nuove più sicure.

In questo viaggio ripercorreremo la storia di Mercalli e delle scoperte geologiche a cavallo dei due secoli, attraverso gli scritti e le fotografie delle eruzioni dell’Etna e del Vesuvio, i grandi terremoti, i suoi viaggi, i primi sismografi, e le scoperte che contemporaneamente avvenivano dall’altra parte dell’oceano. Gli anni attraversati da Giuseppe Mercalli, sismologo, vulcanologo, insegnante, tra la fine dell’800 e il primo 900, sono stati segnati da vere e proprie rivoluzioni nelle Scienze della Terra. È nella seconda metà dell’800 che nascono le prime idee sui movimenti delle placche terrestri. I geologi scoprono le similitudini morfologiche e geologiche tra continenti ora distanti e ipotizzano la Pangea: il megacontinente il cui smembramento porterà poi alla formazione della catena montuosa alpino-himalayana e all’attuale configurazione degli oceani e dei continenti. Nasce all’inizio del ‘900, con il meteorologo Wegener, la teoria della Deriva dei Continenti. Negli stessi anni San Francisco veniva distrutta da un fortissimo terremoto e il geologo Henry F. Reid formulava la teoria, tuttora in voga, dell’elastic rebound. Contemporaneamente, in Italia la sismologia era in una fase avanzata di sperimentazione di strumenti sismici (dai primi sismoscopi di fine Ottocento ai sismografi) e coinvolta negli studi dei forti terremoti che afflissero il nostro Paese in quegli anni. Di questi studi Mercalli è protagonista indiscusso: dopo avere studiato i maggiori terremoti della fine dell’Ottocento e formulato la prima versione della scala che ne classifica gli effetti, giunge a Messina subito dopo il devastante terremoto del 1908 e ne fornisce un racconto dettagliato. È dopo questo studio che la Scala Mercalli assume la sua forma attuale, in dodici gradi. Nell’ambiente più ristretto delle Scienze della Terra, lo studioso è anche noto per la compilazione di uno dei primi cataloghi moderni dei terremoti italiani e per la prima cartografia sismica del nostro territorio. Numerosi sono i contributi metodologici di Mercalli alla sismologia. La mostra intende presentarli, con ampio ausilio di documentazione originale, contestualizzandoli all'interno del quadro conoscitivo del suo tempo, sottolineandone la novità e i successivi sviluppi, in ambito nazionale e internazionale. A portare i visitatori a scoprire virtualmente le ricerche di Giuseppe Mercalli attraverso la geografia e i luoghi della sua vita, le Story Maps, una combinazione di mappe interattive e applicazioni che incorporano contenuti multimediali e funzioni di interazione. Un percorso divulgativo che attraverso foto storiche e di attualità, convegni scientifici, filmati e poster, consenta ai visitatori di approfondire le dinamiche geologiche del nostro Paese che hanno reso Mercalli simbolo del sapere scientifico nello studio di terremoti ed eruzioni vulcaniche.

 

Luogo
Piazza di Montecitorio, 1
00186 Roma, Italia

 

Google Maps


 

Altre date


  • 26/09/2014 11:00
  • 02/09/2014 11:00
 

Powered by iCagenda

Calendario Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   Mappa del sito       Privacy                    P.IVA 068388621004                                              
           
                   
Anno Mercalliano code
                              
logo fb logo twitter